Progetto multidisciplinare per l’Alta Scuola Politecnica

Cinque studenti dell’Alta Scuola Politecnica hanno progettato Pure Wings: un sistema pulito e sostenibile per il rifornimento di aeromobili, con la produzione di idrogeno per elettrolisi fotovoltaica

Pubblicato il 19 luglio 2011
aerei-200x126.jpg

Pure Wings, elaborato da cinque studenti Asp (Alta Scuola Politecnica, istituita nel 2004 da Politecnico di Milano e il Politecnico di Torino), con il supporto della Camera di Commercio di Torino, di DigiSky e di Mathworks, società protagonista nello sviluppo di programmi per il calcolo matematico, è un sistema di supporto a terra, pulito e sostenibile, per il rifornimento di energia agli aeromobili in attesa del decollo. Pure Wings è stato sviluppato all’interno del più ampio progetto SkySpark che aveva per finalità la realizzazione di un velivolo “ecologico” a idrogeno.

Il progetto è nato dall’esigenza di una riduzione dell’impatto ambientale a fronte dell’aumento delle emissioni degli aerei e del fabbisogno energetico in un contesto di aumentata ricchezza che, negli ultimi trenta anni, ha portato a una crescente domanda del trasporto aereo d’affari e turistico.

Pure Wings è focalizzato sulla produzione di idrogeno per elettrolisi fotovoltaica, direttamente in aeroporto, attraverso lo stoccaggio di bombole di idrogeno pressurizzate e ha preso in considerazione due aeroporti di dimensioni molto differenti, Milano-Malpensa e Cuneo-Levaldigi.

Grazie a uno strumento innovativo è stata stimata la quantità di energia solare disponibile per anno in ciascun sito.

La scelta di produrre idrogeno attraverso l’elettrolisi fotovoltaica presenta numerosi vantaggi: l’unità di produzione del vettore energetico si può trovare direttamente in loco e può essere “tagliata” sulle esigenze di rifornimento, non ci sono costi di trasporto dell’energia, grazie alla fonte solare il sistema è “verde” e il costo dell’idrogeno arriverebbe a 4-5 €/kg entro il 2015-2020 (oggi costa circa 22€/kg).

Il progetto Pure Wings ha anche analizzato l’aspetto della sicurezza nell’utilizzo dell’idrogeno: i rischi sono notevolmente ridotti grazie al fatto che non sono impiegati gasdotti per il suo trasporto e per lo stoccaggio, che comunque potrebbe essere posto lontano dalle persone. Inoltre, l’eventuale effetto abbagliante dei pannelli sul pilota, nelle fasi di decollo e atterraggio, potrebbe essere evitato scegliendo una particolare tecnologia di elementi fotovoltaici e correggendo inclinazione e posizione degli stessi.

Asp: www.asp-poli.it



Contenuti correlati

  • The Power
    Quanto costano i cambiamenti climatici?

    Un recente studio che calcola gli impatti economici dei cambiamenti climatici mostra che i costi delle emissioni di anidride carbonica sono stati sottostimati. Gli scienziati di Stanford sostengono che il danno economico causato da una tonnellata di...

  • novamontcoldiretti
    Accordo Coldiretti-Novamont

    “L’attivazione di una filiera agricola rispettosa del territorio, che valorizzi aree abbandonate non irrigue per alimentare il primo modello di bioraffineria integrata nel territorio, sinergica con la filiera alimentare e rivolta a prodotti ad alto valore aggiunto,...

  • istat2.jpg
    Amministrazioni regionali e spesa ambientale

    L’Istat presenta i dati relativi alla spesa ambientale delle amministrazioni regionali per l’anno 2012 e la nuova serie 2010-2011 coerente con i risultati della revisione completa dei conti nazionali programmata in occasione dell’introduzione del nuovo Sistema europeo...

  • leadImage
    Rapporto Ispra: Qualità dell’Ambiente Urbano

    È stato pubblicato l’ultimo Rapporto Ispra. È del 50% il calo delle emissioni di PM10 registrato nel settore dei trasporti su strada in 12 anni, periodo in cui scendono del 63% anche quelle del settore industriale, ma...

  • cnr
    Cnr: il monitoraggio del clima? Grazie a uno scanner italiano

    L’Istituto nazionale di ottica del Consiglio nazionale delle ricerche (Ino-Cnr) di Firenze e l’azienda americana Planetary Emissions Management (Cambridge, Massachussets) hanno avviato una collaborazione per industrializzare e mettere in commercio la tecnologia laser (Patent Pending) Cnr che...

  • biancamano
    Biancamano e i servizi di igiene urbana nel comune di Rapallo

    Biancamano, società quotata al Mta di Borsa Italiana e primario operatore privato in Italia nel settore del Waste Management, tramite la controllata Aimeri Ambiente, ha ottenuto la proroga del contratto relativo ai servizi di igiene urbana nel...

  • SICK_GHG_control
    Monitoraggio completo delle emissioni con GHG Control

    Sick, azienda di rilievo mondiale nella produzione di sensori, presenta GHG (Green House Gas) Control, un’innovativa e completa soluzione per la misurazione e il monitoraggio dei gas in situ. Con la direttiva 2003/87/CE l’Unione Europea si è...

  • audit
    Eventi sostenibili secondo la ISO 20121: capire la norma, predisporre un progetto

    Audit in Italy organizza per il 17 dicembre nella propria sede di Milano l’incontro “Eventi sostenibili secondo la ISO 20121: capire la norma, predisporre un progetto”. Il mercato dell’organizzazione eventi nel mondo ha un valore economico molto...

  • tablet
    A Padova gli operatori ambientali AcegasApsAmga avranno il tablet

    Basterà un click agli operatori di AcegasApsAmga per segnalare situazioni di igiene urbana anomale e richiedere interventi mirati al fine di garantire un servizio sempre efficiente per la pulizia e la salubrità delle vie cittadine. È questo...

  • isover-logo
    “Life Is.eco”: Saint-Gobain Isover dà nuova vita a scarti di lana di vetro e membrane bituminose

    Valorizzare i rifiuti, diminuire i consumi energetici, utilizzare minori quantità di materie prime: un impegno che si concretizza con l’avvio dell’innovativo progetto “Life Is.eco”, il primo nel suo genere nel Paese, da parte di Saint-Gobain Isover, brand...

Scopri le novità scelte per te x