Progetto multidisciplinare per l’Alta Scuola Politecnica

Cinque studenti dell’Alta Scuola Politecnica hanno progettato Pure Wings: un sistema pulito e sostenibile per il rifornimento di aeromobili, con la produzione di idrogeno per elettrolisi fotovoltaica

Pubblicato il 19 luglio 2011
aerei-200x126.jpg

Pure Wings, elaborato da cinque studenti Asp (Alta Scuola Politecnica, istituita nel 2004 da Politecnico di Milano e il Politecnico di Torino), con il supporto della Camera di Commercio di Torino, di DigiSky e di Mathworks, società protagonista nello sviluppo di programmi per il calcolo matematico, è un sistema di supporto a terra, pulito e sostenibile, per il rifornimento di energia agli aeromobili in attesa del decollo. Pure Wings è stato sviluppato all’interno del più ampio progetto SkySpark che aveva per finalità la realizzazione di un velivolo “ecologico” a idrogeno.

Il progetto è nato dall’esigenza di una riduzione dell’impatto ambientale a fronte dell’aumento delle emissioni degli aerei e del fabbisogno energetico in un contesto di aumentata ricchezza che, negli ultimi trenta anni, ha portato a una crescente domanda del trasporto aereo d’affari e turistico.

Pure Wings è focalizzato sulla produzione di idrogeno per elettrolisi fotovoltaica, direttamente in aeroporto, attraverso lo stoccaggio di bombole di idrogeno pressurizzate e ha preso in considerazione due aeroporti di dimensioni molto differenti, Milano-Malpensa e Cuneo-Levaldigi.

Grazie a uno strumento innovativo è stata stimata la quantità di energia solare disponibile per anno in ciascun sito.

La scelta di produrre idrogeno attraverso l’elettrolisi fotovoltaica presenta numerosi vantaggi: l’unità di produzione del vettore energetico si può trovare direttamente in loco e può essere “tagliata” sulle esigenze di rifornimento, non ci sono costi di trasporto dell’energia, grazie alla fonte solare il sistema è “verde” e il costo dell’idrogeno arriverebbe a 4-5 €/kg entro il 2015-2020 (oggi costa circa 22€/kg).

Il progetto Pure Wings ha anche analizzato l’aspetto della sicurezza nell’utilizzo dell’idrogeno: i rischi sono notevolmente ridotti grazie al fatto che non sono impiegati gasdotti per il suo trasporto e per lo stoccaggio, che comunque potrebbe essere posto lontano dalle persone. Inoltre, l’eventuale effetto abbagliante dei pannelli sul pilota, nelle fasi di decollo e atterraggio, potrebbe essere evitato scegliendo una particolare tecnologia di elementi fotovoltaici e correggendo inclinazione e posizione degli stessi.

Asp: www.asp-poli.it



Contenuti correlati

  • Drone
    Dalla difesa all’agricoltura

    Ottimizzazione della resa agricola e della gestione delle risorse, sostenibilità delle coltivazioni: è l’obiettivo dell’agricoltura di precisione, che mutua tecnologie dal campo militare per rispondere al fabbisogno di acqua, concimi e fertilizzanti evitando sprechi, nel rispetto dell’impatto...

  • PPconcimiorganici
    Dagli scarti dei polli un ottimo fertilizzante

    Si chiama pollina ed è uno scarto che deriva dall’allevamento del pollame, ma è anche una sostanza utile per produrre fertilizzanti attraverso un processo di decomposizione termochimica della biomassa che avviene in assenza di ossigeno. La miscela...

  • avvenia
    Industria chimica attenta all’ambiente

    Aumenta l’efficienza energetica e calano le emissioni di gas inquinanti nell’industria chimica italiana. Lo rivelano i dati elaborati da Avvenia, protagonista nazionale nel settore della White Economy e dell’efficienza energetica, che osserva come l’industria chimica italiana già...

  • SCA
    La sostenibilità ambientale di SCA

    Alla presenza del sindaco Maurizio Marchetti di Altopascio, del sindaco Alberto Baccini di Porcari e dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Capannori Matteo Francesconi, SCA ha inaugurato due nuovi impianti: uno di raccolta e trattamento delle acque piovane...

  • waterclimate
    Edison: dibattito sui cambiamenti climatici

    Edison ha ospitato “La risorsa idrica e i cambiamenti climatici”, impatti diretti e indiretti e le misure di adattamento”, il primo di un ciclo di tre seminari preparatori alla COP21, la Conferenza delle Parti sui cambiamenti climatici...

  • wwfinanza
    Banche europee, società e ambiente

    Il rapporto “Ready or not: An assessment of sustainability integration in the European banking sector” dimostra come le banche abbiano una visione incompleta di quanto i principali sviluppi e le tendenze ambientali e sociali possano creare rischi...

  • festivalacqua
    Festival dell’Acqua

    Esposizione Universale e Festival dell’Acqua nell’agenda di Milano, ovvero “Nutrire il pianeta” e “Dissetare il mondo”. Grazie al Protocollo d’Intesa siglato già nel 2012 tra Expo Spa e Federutility (oggi Utilitalia, a seguito della recente fusione con...

  • IMGP6913
    Polveri sottili nelle linee metropolitane

    Il problema dell’inquinamento ambientale, come conseguenza delle varie attività dell’uomo, è considerato tra i più gravi che l’umanità dovrà affrontare e risolvere nei prossimi anni. La considerazione di partenza di questa ricerca è la constatazione che in...

  • puccioni
    L’industria chimica sta uscendo dalla crisi

    “Le imprese chimiche in Italia stanno uscendo dalla crisi grazie a specializzazione, innovazione, internazionalizzazione e rafforzamento delle attività più avanzate e di qualità”. Questi i fattori chiave coi quali, secondo Cesare Puccioni, Presidente di Federchimica (Federazione nazionale...

  • Sylvie Thomas
    Raccogliere i benefici della Circular Economy

    I vantaggi della Circular Economy in termini di impatto ambientale sono ben noti e per le aziende, adottare un approccio “circolare” rappresenta un modo per alleviare il carico sul pianeta grazie al riutilizzo dei materiali. Molte aziende...

Scopri le novità scelte per te x