Siamo davvero certi che i cibi bio siano tali?

alimentazione bio

I cibi bio, un tempo relegati ad una nicchia di clienti, stanno vedendo un significativo sviluppo di mercato. I consumatori stanno comprendendo l’importanza della qualità di ciò che forniamo al nostro organismo, all’importanza di non intossicarci poco per volta, giorno dopo giorno con cibi trattati chimicamente o, peggio, modificati geneticamente. I produttori che si dedicano alle coltivazioni biologiche sono sempre di più ma la certezza per l’utente di ingerire un cibo veramente biologico non può essere tale.

Non intendiamo assolutamente mettere in dubbio l’impegno e l’onestà dei produttori ma il problema è che qualunque vegetale trae nutrimento e acqua dal terreno. Le sostanze chimiche utilizzate in agricoltura vengono assorbite dal terreno e facilmente finiscono nelle falde idriche. Anche a significativa distanza le coltivazioni bio possono assorbire tramite l’acqua e anche con l’aria le sostanze nocive, in parte vanificando tutto l’impegno messo in atto dai coltivatori che, senza alcuna responsabilità e consapevolezza, vendono il loro cibo bio che potrebbe facilmente non essere tale.

Non c’è soluzione a questo se non un taglio drastico dei prodotti chimici, un obbligo a mettere in atto su tutto il territorio nazionale unicamente cibo biologico ma questa appare più un’utopia che una possibile realtà.