Quando posso chiedere il rimborso della cessione del quinto? Risponde l’esperto Germanò Marco

Hai sottoscritto un contratto per la cessione del quinto e hai sentito parlare del rimborso? Prima che tu possa porti la domanda: “quando posso richiedere le commissioni che mi spettano?”, in questa guida approfondiremo questo aspetto meno conosciuto e raramente discusso dalle banche.

Prima di proseguire, è bene che tu sappia che la cessione del quinto è una forma particolare di prestito personale che in Italia spetta di diritto ai dipendenti o a chi ha già raggiunto al pensione.

Probabilmente non lo sai, ma se hai da poco rinnovato la cessione del quinto dello stipendio hai sicuramente diritti ad una percentuale di rimborso.

Cosa significa ottenere il rimborso della cessione del quinto dello stipendio

Nel momento in cui provvedi a rinnovare la cessione del quinto dello stipendio dovrai richiedere alla tua banca di procedere con il conteggio estintivo. All’interno del documento troverai le seguenti voci:

  • La somma di denaro residua;
  • Interessi di cui non hai goduto;
  • Il netto dell’intero utile al saldo del finanziamento;
  • Penale di estinzione anticipata (il massimo per Legge è fissato all’1% rispetto al capitale residuo).

A quest’ultime si aggiungono ulteriori voci di spesa che dovrai sottrarre in parte del totale da saldare. Quest’ultime comprendono:

  • Commissioni accessorie;
  • Commissioni finanziarie;
  • Premi assicurativi.

Tali commissioni verranno rimborsate in percentuale al premio di cui non hai potuto godere. Se per esempio sottoscrivessi un contratto di 120 mesi, potrai rinnovare al 60° mese e ottenere un risarcimento del 50%.

Quando puoi fare richiesta del rimborso della cessione del quinto

Sia che tu voglia estinguere o rinnovare il prestito personale della cessione del quinto, potrai farlo soltanto nel momento in cui:

  • Avrai saldato il 40% rispetto al debito iniziale;
  • Il contratto sia minore o pari a 60 mesi potrai rinnovarlo a patto che il rimborso sia pari a 120 mesi;

Vorremmo fare un esempio pratico affinché tu possa comprendere come calcolare il rimborso della cessione del quinto.

Immagina di sottoscrivere un contratto di 120 rate e alla 72eisma decidessi di estinguerlo, ecco i costi dettagliati da ottenere come risarcimento:

Rimborso cessione del quinto Somme di denaro
Commissioni finanziarie €2.000,00
Accessorie €500,00
Spesa complessiva dei costi €1.200,00
Rimborso che ti spetta €1.480,00

Ecco i dettagli in merito a quest’ultimi costi per la somma da rimborsarti:

  • Commissioni finanziarie: €800,00
  • Commissioni accessorie: €200,00
  • Premio assicurativo: €480,00

Come funziona la richiesta rimborso cessione del quinto

Dopo aver visto cos’è e come calcolare la rata del rimborso della cessione del quinto, ecco l’iter completo per portare a termine la richiesta:

  1. Fa sì che il conteggio estintivo venga svolto dall’ente finanziario o dalla banca;
  2. Invia al tuo istituto la raccomandata con la ricevuta di ritorno e la lettera per il rimborso;
  3. L’ente o l’intermediario finanziario valuterà minuziosamente la richiesta;

A questo punto (come accade molto spesso), l’intermediario finanziario o l’ente bancario si rifiuterà di rimborsarti le commissioni della cessione del quinto.

Se la richiesta non venisse accettata, la soluzione più plausibile sarebbe quella di ricorrere all’arbitrato bancario. Viene anche definito come ABF, quel sistema stragiudiziale in caso di controversie dettata dalla Legge italiana.

Per poter richiedere il risarcimento all’arbitrato bancario ti occorrerà compilare correttamente il modulo per il rimborso ABF, seguire attentamente le istruzioni e inviare un bonifico bancario della cifra pari a €20,00.

Hai ancora dubbi su quando poter richiedere il rimborso della cessione del quinto dello stipendio o della pensione? Commenta l’articolo e saremo lieti di poter aiutarti.